Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 14 Giovedì calendario

• Milano 31 maggio 1950. Giornalista. Firma la rubrica del sabato Di Profilo su La Stampa. Collabora al mensile Prima Comunicazione. Direttore editoriale del Giornale di San Patrignano (un foglio nato su richiesta di Vincenzo Muccioli, fondatore della Comunità di San Patrignano): un’esperienza raccontata nel libro Gente Permale (Mondadori, 2003), cofirmato tra gli altri da Dominique Lapierre e Gian Antonio Stella. Ex direttrice di Specchio. Figlia del giudice Adolfo (consigliere del Csm, presidente dell’Associazione nazionale magistrati, procuratore generale a Milano) e di Cecilia Vallardi (famiglia per 7 generazioni editori a Milano).
• «Sale è il feudo di famiglia in Piemonte e d’Argentine quello in Savoia. Nasce da bei lombi. La mamma è Vallardi, gli indimenticati editori meneghini. Il babbo, magistrato vecchio Piemonte, fu procuratore generale di Milano. Dopo il liceo pensava di darsi allo sci e oziò nella villa paterna a Courmayeur. Poi ha scelto di lavorare a Milano in una galleria d’arte. Il 1968, per lei, è l’anno del debutto al ballo della Crocerossa. Si sentiva estranea al casino che la circondava. Ha sempre votato “o Pri o Pli o per il socialista Carlo Tognoli come sindaco di Milano”. Non accenna invece a Claudio Martelli che conosceva bene. Di terrorismo si occupa quando, raccomandata da un cugino, entra a Panorama. Ci sta 13 anni, diventa famosa ed è contesa. La prendono prima le tv di Silvio Berlusconi, poi L’Espresso, infine La Stampa» (Giancarlo Perna).
• A La Stampa è stata nominata capo della redazione di Milano (nel 1996 dall’allora direttore Carlo Rossella), direttrice del magazine Lo Specchio (nel 1998 da Marcello Sorgi), che ha ospitato la serie sui "Palazzi del potere" e che lascia nel 2003, per tornare alla scrittura. Nel 2009 l’addio a La Stampa. Sotto la direzione Sorgi inizia però a firmare la rubrica del sabato Di Profilo, che nel 2011 diventa un libro per l’editore Arnoldo Mondadori.
• E’ nel cda della Fondazione Vallardi onlus su designazione del sindaco di Milano. Presidente della giuria del Premiolino, che ha vinto nel 1979.
• Due figli: Emanuele Farneti, vicedirettore di Panorama e responsabile di First, e Matteo, avvocato.