Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Montevarchi (Arezzo) 16 giugno 1938. Sociologo. Fa parte della European Academy of Sociology. Dal 2012 è professore emerito alla  facoltà di Scienze statistiche dell’Università di Bologna. Studioso laico, da anni «osserva la trasformazione dell’istituto famigliare in Italia e nel mondo» (L’Espresso). L’ultimo libro, La sessualità degli italiani (2010, Il Mulino), descrive sentimenti, comportamenti e identità sessuali degli italiani nel corso Novecento, «È il rapporto Kinsey italiano» (Corrado Augias, Rai Tre Le Storie).  Tra gli altri suoi libri Prevenire la criminalità (con Uberto Gatti, Il Mulino, 2007) e Congedarsi dal mondo. Il suicidio in Occidente e in Oriente (2009, Il Mulino), con cui ha vinto il premio Mondello per la saggistica.
• Nel 2007 ha affermato: «Sono di sinistra, ma non condivido la cautela ideologica della sinistra sull’immigrazione clandestina». [La Stampa 2/2/07]
• «Il professor Marzio Barbagli, il massimo studioso della criminalità in Italia» (Gian Antonio Stella) [Cds 6/2/10]
• Vive ha Bologna, ha un figlio.