Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Nuoro 10 giugno 1966. Giornalista. Prima a Liberazione (ne curava anche l’inserto culturale della domenica, Queer), ora vicedirettore de Gli Altri.
• «Dice il contrario di quello che ti aspetteresti da una che era “femminista e comunista già da bambina”» (Alberto Castelvecchi).
• Ha sostenuto che non si può proibire il burqa per legge, ha fatto sapere che avrebbe preferito passare una serata con Fabrizio Corona «piuttosto che con qualche lugubre intellettuale ulivista», ha scritto un articolo intitolato “Famiglia assassina” nel giorno del Family Day (vedi BINDI Rosy e POLLASTRINI Barbara).

• «Un po’ Pippi Calzelunghe (un suo, giustificatissimo mito), un po’ folletto benefico, calciatrice fino a diciannove anni. Che ha certo letto per ben due volte la Recherche di Proust – “la prima volta quattro mesi, la seconda tre e mezzo” – che spizzica Joyce e il suo Ulisse, Agota Kristof tutta, e tutta Virginia Woolf, Gadda sempre e per sempre – ma  bombarda il (buon)senso comune della sinistra. Quella perbenista» (Stefano Di Michele sul Foglio). 
• Nel nucleo redazionale del bimestrale bertinottiano Alternative per il Socialismo.