Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Novara 15 giugno 1953. Laureato in Medicina, dentista, dal 2001 al 2008 senatore di Forza Italia, di cui fu coordinatore nazionale organizzativo prima di dimettersi (marzo 2003) per divergenze con il plenipotenziario azzurro Claudio Scajola. Eletto nel 2008 alla Camera dei deputati, nel novembre 2011 diventa il leader di “Liberali per l’Italia”, la nuova componente costituita a Montecitorio, con il ruolo determinante del Pli, dai “malpancisti”, o “scontenti”, usciti dal Pdl di Silvio Berlusconi. 

• Il 15 novembre 2007 un suo sbaglio (bottone verde invece che rosso)  fece “passare” al Senato la class action, contro la quale il suo partito si era battuto. Saputo dell’errore, pianse: «La gente sa cosa dirà? Li paghiamo a peso d’oro, non fanno nulla e quando sono chiamati a una decisione importante sbagliano pure». Titolo di Libero (apertura della prima pagina): “Il solito pirla”.