Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Milano 13 giugno 1946. Conduttore tv. «Mi stupisce non essere mai stato invitato al Maurizio Costanzo Show: in Italia ci sono andati tutti» (nel 2007).
• «Il presentatore-intrattenitore-conduttore-giornalista specializzato in giochi in tv, quello di Dirodorlando e degli indovinelli incomprensibili; quello delle gare paesane con le prime tette al vento ne La bustarella su Antenna 3 Lombardia; quello, soprattutto, di Giochi senza frontiere, sfide in tutta Europa, fil rouge e jolly» (Alessandro Dell’Orto).
• Nel 1984, dopo essere stato direttore generale di Telemontecarlo, ebbe l’idea di sfruttare il video per farsi eleggere a Bruxelles. Respinto da Craxi («è un’americanata»), dalla Dc e dai liberali («non funzionerà»), riuscì a farsi candidare dai socialdemocratici: «Organizzo spot, giochi e quiz, prendo 18.200 voti e vengo eletto. Tuttora c’è una mia legge in vigore che regola le tv europee».

• Sposato, vive nel Monferrato dove ha un’azienda vitivinicola.