Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie OK, accetto
 
Lunedì 26 settembre 2016
I padroni d'Italia

Il Presidente della Repubblica è Sergio Mattarella

Il Presidente del Senato è Pietro Grasso

Il Presidente della Camera è Laura Boldrini

Il Presidente del Consiglio è Matteo Renzi

Il Ministro dell’ Interno è Angelino Alfano

Il Ministro degli Affari Esteri è Paolo Gentiloni

Il Ministro della Giustizia è Andrea Orlando

Il Ministro dell’ Economia e delle Finanze è Pier Carlo Padoan

Il Ministro di Istruzione, università e ricerca è Stefania Giannini

Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali è Giuliano Poletti

Il Ministro della Difesa è Roberta Pinotti

Il Ministro dello Sviluppo economico è Carlo Calenda

Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali è Maurizio Martina

Il Ministro di Infrastrutture e trasporti è Graziano Delrio

Il Ministro della Salute è Beatrice Lorenzin

Il Ministro di Beni e attività culturali e turismo è Dario Franceschini

Il Ministro dell’ Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare è Gian Luca Galletti

Il Ministro per l Semplificazione e la Pubblica Amministrazione è Marianna Madia (senza portafoglio)

Il Ministro per le Riforme Costituzionali e i rapporti con il Parlamento è Maria Elena Boschi (senza portafoglio)

Il Ministro degli Affari regionali è Enrico Costa (senza portafoglio)

Il Governatore della Banca d’Italia è Ignazio Visco

Il Presidente della Fiat è John Elkann

L’ Amministratore delegato della Fiat è Sergio Marchionne

Il Segretario Generale del Partito Marxista-Leninista (PMLI) è Giovanni Scuderi

Il Presidente della Federazione dei Verdi è Angelo Bonelli

Il Segretario Nazionale dell’ Italia dei Valori è Ignazio Messina

Il Presidente del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Manuela Palermi

Il Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Cesare Procaccini

Il Presidente dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Gianpiero D’Alia

Il Segretario Nazionale dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Lorenzo Cesa

Il Segretario Nazionale della Rinascita Popolare-Rifondazione DC è Publio Fiori

Il Segretario Nazionale del Partito Democratico (PD) è Matteo Renzi

Il Portavoce del Partito Comunista dei Lavoratori è Marco Ferrando

Il Presidente dell’ Alleanza per l’Italia (Api) è Francesco Rutelli

Il Presidente Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) è Nichi Vendola

Il Presidente della Democrazia Cristiana Unificata è Carlo Senaldi

Il Segretario Politico Nazionale della Democrazia Cristiana Unificata è Angelo Sandri

Il Segretario Generale del Partito Comunista è Marco Rizzo
I padroni del mondo

Il Papa è Francesco I

Il Presidente degli Stati Uniti d’America è Barack Obama

Il Presidente del Federal Reserve System è Janet Yellen

Il Presidente della BCE è Mario Draghi

Il Presidente della Federazione russa è Vladimir Putin

Il Presidente del Governo della Federazione russa è Dmitrij Medvedev

Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese è Xi Jinping

Il Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese è Xi Jinping

La Regina del Regno Unito è Elisabetta II

Il Premier del Regno Unito è Theresa May

La Cancelliera Federale di Germania è Angela Merkel

Il Presidente della Repubblica francese è François Hollande

Il Primo Ministro della Repubblica francese è Manuel Valls

Il Re di Spagna è Felipe VI di Borbone

Il Presidente del Governo di Spagna è Mariano Rajoy Brey

Il Presidente dell’ Egitto è Abd al-Fattah al-Sisi

Il Primo Ministro di Israele è Benjamin Netanyahu

Il Presidente della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan

Il Primo Ministro della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan

Il Presidente della Repubblica Indiana è Pranab Mukherjee

Il Primo Ministro della Repubblica Indiana è Damodardas Narendra Modi

La Guida Suprema dell’ Iran è Ali Khamenei

Il Presidente dell’ Iran è Hassan Rohani
  • FIOR
    DA FIORE
  • DAI GIORNALI
    DI OGGI
  • IL FATTO
    DEL GIORNO
Brad, Angelina e la fine di un mondo
Il Foglio dei Fogli, lunedì 26 settembre 2016
«È una notizia triste» (il Dalai Lama, commentando la fine del matrimonio tra Angelina Jolie e Brad Pitt) [1].Dopo 12 anni, la coppia più celebre... [leggi qui]
(a cura di Luca D’Ammando)
Ilary Blasi racconta suo marito Francesco Totti e attacca Spalletti: «È un piccolo uomo»
La Gazzetta dello Sport, lunedì 26 settembre 2016
Quando arriva il momento dei saluti, la prima considerazione che viene in mente è questa: che bisogno ha di regali Francesco Totti quando si sveglia... [leggi qui]
Massimo Cecchini e Chiara Zucchelli
Storia di Francesco, prima che diventasse Totti
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
C’era una volta Francesco, che sognava di fare il calciatore. Non c’era il castello di Tor Crescenza, che ha prenotato per soffiare sulle 40... [leggi qui]
Matteo Pinci
L’elogio di Totti firmato Arrigo Sacchi
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Si sono soltanto sfiorati, ma insieme potevano fare sfracelli. Arrigo Sacchi, l’allenatore rivoluzionario, l’uomo che ha cambiato l’immagine... [leggi qui]
Luca Valdiserri
Commento al campionato di Mario Sconcerti
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Juventus e Napoli hanno qualcosa di più e la classifica lo conferma. Sorprende la qualità del Napoli, sempre alta. Difficile capire cosa... [leggi qui]
Mario Sconcerti
Commento al campionato di Maurizio Crosetti
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Quelle due vanno, non sempre convinte ma vanno (la Juve è brutta però vince, il Napoli è diviso però vince) e scavano la prima trincea in... [leggi qui]
Maurizio Crosetti
Oggi il primo dibattito presidenziale tra Trump e Clinton. Un terzo degli elettori americani deciderà come votare dopo averlo visto
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
New York Secondo un sondaggio condotto da Wall Street Journal e Nbc un terzo degli elettori americani aspetta il primo dibattito presidenziale per... [leggi qui]
Giuseppe Sarcina
Così la tv sceglie il presidente americano
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Stasera, quando Hillary Clinton e Donald Trump saliranno sul palco dell’Hofstra University di New York per il loro dibattito, porteranno avanti una... [leggi qui]
Evan Cornog
Di Maio e Di Battista alla prova tv. Alla fine un po’ noiosetti
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Lucia Annunziata in partibus infidelium. Pur di intervistare i dioscuri del M5S, Annunziata si accomoda sul prato del Foro Italico di Palermo, dove... [leggi qui]
Aldo Grasso
Il blog di Grillo non è meglio dei giornali. Virginia Raggi lo spieghi agli ultras nevrastenici che hanno aggredito i giornalisti
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
L’idea di una “rivoluzione normale e gentile” propugnata a Palermo da Virginia Raggi andrebbe spiegata meglio al drappello di ultras... [leggi qui]
Michele Serra
Il cattivissimo spot per la ricerca di Checco Zalone
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Checco Zalone getta finalmente un sano sguardo laico sulle persone disabili. Mai prima di lui era capitato di vedere un messaggio così concreto e... [leggi qui]
Gianluca Nicoletti
Crozza nel Paradiso della Lavazza. Per Aldo Grasso funziona
CorrierEconomia, lunedì 26 settembre 2016
Il Paradiso non può più attendere, si rinnova. E per rinnovarne l’immagine non c’è niente di meglio del tocco di un architetto di grido.... [leggi qui]
Aldo Grasso
Federica Sciarelli si è stancata di Chi l’ha visto?
Libero, lunedì 26 settembre 2016
Romana, 57 anni, ex Tg3, diretta, onesta, dura. Federica Sciarelli ha un volto da angelo ma l’energia di una giustiziera. Dopo tanti anni nel tg... [leggi qui]
Alessandra Menzani
Genitori e presidi si sfidano nella battaglia del panino, che ora dilaga in tutta Italia
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Forse, molti sindaci e dirigenti scolastici confidavano nel fatto che la sentenza di Torino passasse sotto traccia. Che il riconoscimento del diritto... [leggi qui]
Paola Italiano
«Non chiamatemi “eroe della schiscetta”»
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
«Non sono un capopopolo alla testa di genitori rivoltosi: sono solo un avvocato che cerca di fare onestamente il suo lavoro». Giorgio Vecchione... [leggi qui]
p. ita.
La marijuana di Stato arriva in farmacia
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Il conto alla rovescia è finito. Seppur con qualche mese di ritardo sulla tabella di marcia, la marijuana di Stato arriva in farmacia. Il primo... [leggi qui]
Gabriele Martini
Gli italiani rivogliono le frontiere. Lo dice un sondaggio Demos-Repubblica
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Matteo Renzi ha avviato un conflitto permanente, in Europa. In particolare con gli azionisti di riferimento dell’Unione. Germania e Francia. Con i... [leggi qui]
Ilvo Diamanti
Gli svizzeri votano contro i 62mila italiani che ogni giorno attraversano la frontiera per lavorare
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
«È l’ultimo tassello di un’escalation contro i frontalieri che da anni non conosce tregua». A preoccupare Alessandro Tarpini, responsabile... [leggi qui]
Francesco Spini
Ma dove muoiono i cinesi che abitano in Italia?
il Giornale, lunedì 26 settembre 2016
I cinesi che abitano in Italia non muoiono mai: una cara vecchia leggenda oppure una realtà che nasconde inquietanti retroscena? I (bassissimi)... [leggi qui]
Cristina Bassi
Tre incidenti su quattro in auto sono colpa dello smartphone
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Così fan tutti, senza sentirsi troppo in colpa, ma mettendo in grave pericolo se stessi e gli altri. Forze dell’ordine ed esperti di sicurezza... [leggi qui]
Cristina Nadotti
L’app che trova il donatore di sperma
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Il servizio era già disponibile su Internet. Adesso arriva anche in forma di App. Chi è alla ricerca di un donatore di seme in Gran Bretagna può... [leggi qui]
Paola De Carolis
Milano è la capitale delle unioni civili. Tutti i numeri
Il Sole 24 Ore, lunedì 26 settembre 2016
È Milano il Comune dove la nuova legge sulle unioni civili e le convivenze di fatto ha, per ora, avuto maggiore presa. In due mesi sono state già... [leggi qui]
Antonello Cherchi
Dopo gli ovuli, adesso le cliniche spagnole portano in Italia le loro filiali
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Le spedizioni si sono moltiplicate. Adesso ogni mese ben 150 pacchetti di ovuli partono da Marbella per l’Italia. In casse chiamate dry shipper,... [leggi qui]
Simona Ravizza
Sulle ceneri di Truman Capote finite all’asta
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Quel che resta di Truman Capote vale 45mila dollari. Offerti così, al telefono, in una mattina di fine estate in California da un anonimo... [leggi qui]
Dario Pappalardo
In aumento le possessioni diaboliche e gli esorcisti scarseggiano
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
«La carenza di esorcisti è una grave emergenza». Lo psichiatra Valter Cascioli è il consulente scientifico dell’Aie, l’Associazione... [leggi qui]
Lorenzo Cresci e Giacomo Galeazzi
Medici e infermieri fanno a gara a chi infila l’ago più grosso nelle vene dei pazienti. Il primario che li denuncia viene sospeso
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Affidereste la vostra vita a un medico vicentino che da decenni si dedica come volontario all’Africa o a un sindacato di infermieri buontemponi che... [leggi qui]
Gian Antonio Stella
Gli tolgono un rene ma è quello sbagliato. Un caso di malasanità a Pavia
Il Messaggero, lunedì 26 settembre 2016
Entra in sala operatoria per l’asportazione di un tumore al rene. Gli tolgono, per sbaglio, quello meno malato. Dopo qualche settimana i chirurghi... [leggi qui]
C.Ma.
La Cina va a caccia di alieni con un supertelescopio
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Hanno spianato una montagna, trasferito 8mila persone e costruito il telescopio più grande della Terra. La Cina conferma così le sue ambizioni di... [leggi qui]
Elena Dusi
Le compagnie aeree sono diventate bravissime a vendere i servizi extra
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Quelli di AirAsia dovrebbero entrare nel ramo delle polizze: nel 2015 hanno piazzato assicurazioni di viaggio per 21 milioni di dollari.... [leggi qui]
Leonard Berberi
A Damasco, in attesa di riprendersi Aleppo
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Al posto di frontiera di Masnaa, la porta di Damasco sul Libano, mamme con i bambini in fila aspettano il via libera per rientrare nelle loro terre.... [leggi qui]
Giordano Stabile
All’Onu è andato in scena il processo a Putin sulla Siria
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
«Quello che la Russia sta sponsorizzando in Siria non è lotta al terrorismo, ma barbarie», dice l’ambasciatrice americana all’Onu Samantha... [leggi qui]
Paolo Mastrolilli
In Giordania uno scrittore è stato ucciso per una vignetta contro l’Isis
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Assassinato con tre colpi di pistola in pieno giorno ieri mattina nel cuore di Amman solo perché aveva postato su Facebook una vignetta satirica... [leggi qui]
Lorenzo Cremonesi
Carcere, frustate e taglio delle mani: la situazione della satira nei Paesi musulmani
Il Messaggero, lunedì 26 settembre 2016
Gli tagliarono le mani perché erano il mezzo che utilizzava per fare satira contro il regime del presidente siriano Bashar al Assad. Fu questa la... [leggi qui]
Azzurra Meringolo
La Giordania rischia di diventare terra del Califfo
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
La Giordania rischia di incamminarsi su un sentiero già visto altrove e che potrebbe portare conseguenze peggiori. L’omicidio di Nahed Attar è... [leggi qui]
Guido Olimpio
I giudici del Csm in streaming
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Tempi di glasnost al Csm. Per buttarsi alle spalle la nomea di un’istituzione dove le correnti della magistratura fanno il buono e il cattivo... [leggi qui]
Liana Milella
Le sfide parallele di Apple e Samsung
CorrierEconomia, lunedì 26 settembre 2016
Maria Teresa ComettoApple è diventata l’azienda più grande al mondo per valore di Borsa seguendo una filosofia opposta a quella della sua rivale... [leggi qui]
Maria Teresa Cometto, Guido Santevecchi
La vaniglia è il nuovo oro
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
In queste ore il telefono squilla in continuazione. «Mille chili, a quanto li vende?». «Duemila, a quanto me li fa?». Le aziende alimentari... [leggi qui]
Alessandra Dal Monte
Lo yuan entra nel salotto buono
CorrierEconomia, lunedì 26 settembre 2016
Secondo gli economisti affascinati dalla storia il primo ottobre sarà segnato da un evento potenzialmente assimilabile all’avvento dell’aureus... [leggi qui]
Guido Santevecchi
Da Barroso a Goldman, tutti i conflitti d’interesse a Bruxelles
Libero, lunedì 26 settembre 2016
All’inizio di settembre, il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker ha aperto un’indagine sul suo predecessore, José Manuel... [leggi qui]
Davide Maria De Luca
Quando Garrincha giocò nel Sacrofano per 80mila lire
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Adesso la maglia di Garrincha la porta Carinci, è bizzarro il tempo quando si mette a dribblare anche i cognomi, giocando. Alessandro Carinci ha 25... [leggi qui]
Maurizio Crosetti
Valentino si è arreso. Marquez a un passo dal titolo
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Cuori in pace, bandiere ripiegate, da oggi Valentino passa al piano B: battere Lorenzo nella corsa per l’onore e per il secondo posto in... [leggi qui]
Alessandro Pasini
Romain Bardet, l’ultimo ciclista romantico
la Repubblica, lunedì 26 settembre 2016
Le Bettex, Cherel, il Tour, luglio e piove. «Ho visto il Monte Bianco, ho pensato velocemente», cosa, Romain Bardet? «Ho pensato che col mio... [leggi qui]
Cosimo Cito
In morte del principe Carlo Giovannelli
lunedì 26 settembre 2016
Maria Lombardi per Il MessaggeroIl principe Carlo Giovanelli c’era sempre. In prima fila o dietro le quinte, di passaggio o al centro della scena,... [leggi qui]
I cinquant’anni di Matteo Marzotto
il Giornale, lunedì 26 settembre 2016
Dice che oggi lo passerà a lavorare. Come il 26 settembre del 2006, il giorno dei suoi quarant’anni: «Sempre Fashion week, sempre al lavoro».... [leggi qui]
Eleonora Barbieri
Il ritorno di Tiziano Sclavi per il trentesimo anniversario di Dylan Dog
Il Messaggero, lunedì 26 settembre 2016
Angelo Stano e Tiziano Sclavi si conobbero nell’ambiente della redazione Bonelli, e quest’ultimo, lo sceneggiatore, convinse quello che definiva... [leggi qui]
Gabriele Santoro
«Io e i miei trent’anni con Dylan Dog». Intervista a Tiziano Sclavi
il Giornale, lunedì 26 settembre 2016
In una tavola di un grande fumetto ci stanno molto più di un pugno di vignette. E in un albo, molto più di una semplice storia. Come accade a Dylan... [leggi qui]
Luigi Mascheroni
A trent’anni dalla sua morte si ristampano i primi racconti di Goffredo Parise. E ci accorgiamo di quanto ci manca
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
In coincidenza con l’anniversario dei trent’anni della sua morte – morì, Goffredo Parise, cinquantasettenne, il 31 agosto del 1986 – Adelphi... [leggi qui]
Giorgio Montefoschi
Piero Calamandrei e la religione civile
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Sessant’anni fa, il 27 settembre 1956, moriva Piero Calamandrei, uno tra i maggiori giuristi italiani del Novecento, eletto alla Costituente come... [leggi qui]
Gian Enrico Rusconi
Cinquecento anni fa uscì l’Orlando furioso. Bisognerebbe celebrarlo di più
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Si fosse trattato di un’opera inglese o francese, il quinto centenario dell’Orlando furioso sarebbe diventato una colossale occasione di... [leggi qui]
Paolo Di Stefano
Mappa dei lavori per giovani nell’Italia che invecchia
Il Sole 24 Ore, lunedì 26 settembre 2016
I più giovani sfiorano i 36 anni, i più vecchi ne hanno quasi sessanta. Nel mezzo, un centinaio di “professioni”. Non un viaggio temporale, ma... [leggi qui]
Francesca Barbieri
Italia, il Paese degli avvocati
il Giornale, lunedì 26 settembre 2016
Trent’anni fa il paradiso: nel 1985 i legali italiani non erano nemmeno 50mila (per la precisione 48.327), avere un figlio avvocato era... [leggi qui]
Angelo Allegri
Poca innovazione e poca produttività, non solo troppe tasse. Ecco perché gli stipendi italiani sono ancora molto bassi
il Giornale, lunedì 26 settembre 2016
Lavorare di più per guadagnare di meno. È questo il risultato impietoso del confronto tra le retribuzioni orarie nette italiane del 2015 e quelle... [leggi qui]
Gian Maria De Francesco
Apre a Torino la prima bottega che vende i prodotti dei carcerati
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
In via Milano, a pochi metri dal Municipio, stanno terminando i lavori di un cantiere molto particolare. I fogli di carta che schermano le vetrine,... [leggi qui]
Fabrizio Vespa
Il dibattito sull’Europa è diventato una guerra civile
Corriere della Sera, lunedì 26 settembre 2016
Difficile di questi tempi essere ottimisti sul futuro dell’Unione. Non c’è Paese in cui la stampa non esprima dubbi e pessimismo. In Italia,... [leggi qui]
Sergio Romano
Gregorio Paltrinieri cambia vita
La Stampa, lunedì 26 settembre 2016
Il jeans arrotolato, la barba lunga, Jay-Z nello smart phone, Gregorio Paltrinieri esce dall’estate che gli ha consegnato l’oro olimpico nei 1500... [leggi qui]
Giulia Zonca
C’è troppa cronaca nera con i camionisti di mezzo. Può darsi che sia un caso, ma un problema deve esistere.
Quale cronaca nera?
Dieci giorni fa, durante una trattativa sindacale, un camion bianco guidato da un italiano ha schiacciato un egiziano padre di cinque figli che gli si era messo davanti e cercava di non farlo uscire dall’azienda. Il nome dell’italiano non si sa. L’egiziano era un poveraccio di 53 anni, operaio alla SeamGls di Piacenza. Si chiamava Abdelssalam Endalf. Poi, venerdì scorso, un altro camionista s’è messo a correre sulla Milano-Torino completamente ubriaco, e mentre guidava continuava a bere. Dopo Bardonecchia ha perso il controllo, sulla tangenziale di Torino e poi alla barriera di Rondissone ha disintegrato l’auto su cui viaggiava una famiglia di marocchini che stava andando all’aeroporto a recuperare una valigia. I genitori (Nora Sharif, 30 anni, Mostafa El Chouifi, 39) sono morti sul colpo, i tre bambini sono gravi in ospedale. Il tir ha trascinato l’auto per trecento metri. Il suo conducente è uno slovacco di 63 anni, di nome Emil Volfe. Dopo la strage ha continuato a guidare per 50 chilometri, zigzagando a tratti, poi s’è fermato all’area di servizio di Villarboit, dove la polizia lo ha arrestato. Altri camionisti hanno provveduto a farlo prendere. Gli agenti hanno trovato in cabina bottiglie vuote di gin, lattine di birra e cartocci di vino. Volfe è stato portato prima all’ospedale di Novara, dato che era a un passo dal coma etilico, poi in carcere a Vercelli. Con la nuova legge sull’omicidio stradale, è probabile che gli diano 18 anni.  

È una grande tragedia, ma non vedo troppo il problema. Un incosciente s’è ubriacato e ha fatto una strage. È tremendo, ma succede. L’elemento problematico forse riguarda l’alcol.
Non solo. C’è anche quest’altro aspetto: Volfe era partito il 21 settembre da Southampton (Gran Bretagna), era arrivato a Pordenone, aveva scaricato nei magazzini della BT Transport, ditta slovacca per la quale lavorava da dieci anni. In poco più di due giorni aveva percorso oltre 1.300 chilometri, e per completare il giro gliene mancavano ancora 400. Il pieno di alcol tra Bardonecchia e Torino ha evidentemente a che fare, oltre che con l’incoscienza del guidatore, con lo stress. Le scatole nere che si trovano a bordo dei camion si manomettono con niente, i turni di riposo sono facilmente aggirabili, esiste tutta una convenienza ad affidare i trasporti su gomma in Italia a guidatori romeni, serbi, bulgari o slovacchi.  

Perché?
Anche se ai camionisti stranieri si dessero gli stessi compensi che ai camionisti italiani, sarebbe molto diverso il carico previdenziale e contributivo, il cosiddetto cuneo fiscale. Le agenzie interinali straniere allettano i datori di lavoro italiani spingendoli ad assumere camionisti stranieri con annunci come questo (riprendiamo il testo da un articolo di Dario Di Vico): «Licenziate i vostri dipendenti e assumete quelli che vi proponiamo noi a metà del salario e un quarto dei contributi. Se proprio non volete buttare sulla strada i vostri connazionali, licenziateli lo stesso e li assumiamo noi ma con le nostre leggi del lavoro. Risparmiate comunque». I mercati francese, italiano e tedesco sono quanto mai attraenti per questi mediatori senza scrupoli, che mettono su strada ex agricoltori, ex operai, ex poliziotti e li fanno guidare senza limiti. I francesi hanno tentato di ostacolare la concorrenza sleale degli stranieri imponendo i propri standard salariali alle società estere che operano entro i loro confini. Ci sono state molte proteste.  

E la tragedia di Piacenza?
È un momento della lotta tra facchini e autisti. I facchini (400 mila lavoratori in Italia) sfuggono spesso a Cgil-Cisl-Uil e si organizzano in Cobas. I Cobas adoperano di preferenza l’arma del blocco aziendale, cioè non fanno uscire i camion. In questo modo si mettono contro non solo ai padroni, ma anche ai camionisti, che se restano fermi non guadagnano. I camionisti sono pagati a forfait, se consegnano presto hanno un certo margine, altrimenti no.  

Eppure il mercato dovrebbe essere fiorente, specie nella zona di Piacenza: lì hanno sede Amazon, Ikea e altre aziende che movimentano grandemente il traffico su gomma.
Il mestiere del camionista - come quello dei panettieri, dei pellicciai o dei falegnami - è in forte ribasso. Secondo dati elaborati dalla Cgia di Mestre, dal 2009 a oggi il numero di italiani disposti a mettersi al volante di un grosso bestione è diminuito del 23,7%. Motivo: la crisi, ma anche la pressione fiscale.
Gli italiani rivogliono le frontiere • In Canton Ticino passa con il 58 per cento il referendum contro i frontalieri • Usa e Gran Bretagna accusano la Russia di «sponsorizzare la barbarie» in Siria • Lo scrittore giordano ucciso da un imam per una vignetta «blasfema» condivisa su Facebook • Stasera cento milioni di americani seguiranno in tv il primo confronto tra Donald Trump e Hillary Clinton • Arrestato l’autore della strage nel centro commerciale di Burlington • Tre incidenti stradali su quattro sono causati dagli smartphone • All’asta per 45 mila dollari le ceneri di Truman Capote
 

Frontiere Secondo un sondaggio Demos-Repubblica solo il 15% degli italiani pensa che il trattato di Schengen vada mantenuto garantendo la libera circolazione dei cittadini europei fra gli Stati (membri). Mentre il 48% ritiene che occorra sorvegliare sempre le frontiere. E oltre un terzo della popolazione vorrebbe che i confini nazionali venissero controllati «in alcune circostanze particolari». La richiesta di frontiere raggiunge livelli elevatissimi fra gli elettori della Lega (oltre 70%) e del Centro-destra (due terzi, nella base di Forza Italia). Ma incontra un sostegno ampio (quasi 50%) anche tra chi vota M5s. Mentre si riduce sensibilmente (sotto il 40%) nella base del Centro-sinistra (Diamanti, Rep).

Frontalieri In Canton Ticino è passato con il 58% il referendum contro i frontalieri promosso dall’Udc, partito della destra nazionalista e dalla Lega dei Ticinesi. Il testo della consultazione «Prima i nostri», che vuole limitare la presenza di lavoratori stranieri in Canton Ticino, chiedeva di istituire per legge una corsia preferenziale per i residenti in Svizzera nell’assegnazione dei posti di lavoro per fermare il fenomeno di dumping salariale provocato dall’irruzione sul mercato occupazionale ticinese negli ultimi anni di 62 mila italiani, un quarto del totale degli occupati dell’intero cantone (C. Del., Cds).

Siria Riunione d’emergenza al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla guerra in Siria: gli Usa e la Gran Bretagna accusano la Russia di «sponsorizzare la barbarie» invece che la lotta al terrorismo e di collaborare «col regime siriano per commettere crimini di guerra». Mosca risponde imputando a Washington di «aver distrutto gli equilibri del Medio Oriente, usando i terroristi di al Nusra per rovesciare il governo». Il summit è stato convocato dopo gli attacchi degli ultimi giorni che il regime di Assad ha sferrato contro gli oppositori ad Aleppo. Questa serie di bombardamenti ha fatto saltare di fatto la tregua che Stati Uniti e Russia avevano negoziato a Ginevra (Mastrolilli, Sta).

Giordania Un giornalista e scrittore giordano, Nahed Hattar, 56 anni, cristiano, è stato ucciso a colpi di pistola per aver condiviso su Facebook una vignetta considerata offensiva nei confronti dell’Islam. Ad ucciderlo secondo I media locali è stato l’ex imam conservatore di una moschea della capitale. Lui stesso, dopo l’arresto, avrebbe rivelato di aver agito a causa di quella caricatura, di cui il giornalista non era l’autore. Nel disegno, intitolato «Il Dio di Isis», un jihadista chiamato Abu Saleh, come il «ministro delle Finanze» dello Stato islamico ucciso nel 2015, è a letto con due donne. Fuma. Da una tenda, Dio – nell’Islam ogni rappresentazione di Allah è vietata – gli chiede di cosa abbia bisogno. «Portami del vino e chiedi a Gabriele - l’Arcangelo – di portarmi noccioline». Le reazioni alla pubblicazione sono arrivate immediate, creando il caso. Hattar ha subito cancellato il disegno, e chiesto scusa: «Non intendevo offendere i credenti. Cercavo invece di rivelare come i terroristi dello Stato islamico e i Fratelli musulmani concepiscano Dio e il paradiso». Hattar si stava recando in tribunale quando è stato ucciso. Era sotto processo con l’accusa di vilipendio alla religione (Scolari, Sta).

Usa Stasera alle 21 (le tre del mattino in Italia), in diretta sulla Cnn, Hillary Clinton e Donald Trump si confronteranno nel palazzetto sportivo della Hofstra University, a Long Island, nello Stato di New York. È il primo dei tre appuntamenti, più quello tra i potenziali vicepresidenti, che scandiranno il percorso di avvicinamento al voto dell’8 novembre. Secondo un sondaggio condotto da Wall Street Journal e Nbc un terzo degli elettori americani aspetta proprio questo primo dibattito presidenziale per decidere chi votare. Stando ai calcoli del sito RealClearPolitics, Hillary Clinton si presenta in vantaggio con 2,5 punti percentuali a livello nazionale: 46,2% contro 43,7%. Ma entrambi i contendenti sono i più impopolari nella storia recente delle presidenziali: Hillary non piace al 56% e «The Donald» al 66% degli americani, stando all’ultima ricerca pubblicata il 31 agosto scorso dal Washington Post e da Abc. Eppure si prevede che i 90 minuti di trasmissione saranno seguiti da 100 milioni di persone (Sarcina, Cds).

Strage È di origini turche, ma cittadino americano, l’autore della strage nel centro commerciale di Burlington, vicino a Seattle (vedi Fior da fiore di ieri). Si chiama Aracn Cetin ed è stato arrestato dopo una caccia all’uomo durata 24 ore, senza fare resistenza. L’Fbi non esclude la pista terroristica, anche se al momento non ci sono prove che la confermino. Cinque le vittime: quattro donne e un uomo (Cds).

Incidenti Da gennaio ad agosto 2016 polizia stradale e carabinieri hanno fatto 30.094 multe a chi guidava usando il cellulare, il 26,6 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2015. Gli esperti dell’Aci sono concordi nel ritenere che 3 incidenti su 4 sono causati da distrazione, e ad abbassare il nostro livello di attenzione mentre guidiamo è soprattutto l’uso dello smartphone. Enrico Pagliari, dell’area professionale tecnica dell’Aci: «Mentre si guida si mandano sms, si controlla la posta, si fanno selfie e si chatta sui social network. Ognuna di queste attività equivale a guidare alla cieca, come fossimo bendati, per almeno 10 secondi. In quel lasso di tempo, a 40 chilometri all’ora, si percorrono almeno 110 metri, in cui può succedere di tutto» (Nadotti, Rep).

Ceneri Vendute all’asta a Los Angeles, per 45mila dollari, le ceneri di Truman Capote. Lotto 517, base di partenza 2000 dollari, sono state comprate da un anonimo collezionista americano (Rep).

(a cura di Roberta Mercuri)


Giovedì 19 gennaio 2017
DAI GIORNALI DI OGGI