Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  febbraio 20 Martedì calendario

In Italia

Il Presidente della Repubblica è Sergio Mattarella
Il Presidente del Senato è Pietro Grasso
Il Presidente della Camera è Laura Boldrini
Il Presidente del Consiglio è Paolo Gentiloni
Il Ministro dell’ Interno è Marco Minniti
Il Ministro degli Affari Esteri è Angelino Alfano
Il Ministro della Giustizia è Andrea Orlando
Il Ministro dell’ Economia e delle Finanze è Pier Carlo Padoan
Il Ministro di Istruzione, università e ricerca è Valeria Fedeli
Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali è Giuliano Poletti
Il Ministro della Difesa è Roberta Pinotti
Il Ministro dello Sviluppo economico è Carlo Calenda
Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali è Maurizio Martina
Il Ministro di Infrastrutture e trasporti è Graziano Delrio
Il Ministro della Salute è Beatrice Lorenzin
Il Ministro di Beni e attività culturali e turismo è Dario Franceschini
Il Ministro dell’ Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare è Gian Luca Galletti
Il Ministro per l Semplificazione e la Pubblica Amministrazione è Marianna Madia (senza portafoglio)
Il Ministro dei Rapporti con il Parlamento è Anna Finocchiaro (senza portafoglio)
Il Ministro dello Sport è Luca Lotti (senza portafoglio)
Il Ministro della Coesione territoriale e Mezzogiorno è Claudio De Vincenti (senza portafoglio)
Il Governatore della Banca d’Italia è Ignazio Visco
Il Presidente della Fiat è John Elkann
L’ Amministratore delegato della Fiat è Sergio Marchionne
Il Segretario Generale del Partito Marxista-Leninista (PMLI) è Giovanni Scuderi
Il Presidente della Federazione dei Verdi è Angelo Bonelli
Il Segretario Nazionale dell’ Italia dei Valori è Ignazio Messina
Il Presidente del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Manuela Palermi
Il Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Cesare Procaccini
Il Presidente dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Gianpiero D’Alia
Il Segretario Nazionale dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Lorenzo Cesa
Il Segretario Nazionale della Rinascita Popolare-Rifondazione DC è Publio Fiori
Il Segretario Nazionale del Partito Democratico (PD) è Matteo Renzi
Il Portavoce del Partito Comunista dei Lavoratori è Marco Ferrando
Il Presidente dell’ Alleanza per l’Italia (Api) è Francesco Rutelli
Il Presidente Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) è Nichi Vendola
Il Presidente della Democrazia Cristiana Unificata è Carlo Senaldi
Il Segretario Politico Nazionale della Democrazia Cristiana Unificata è Angelo Sandri
Il Segretario Generale del Partito Comunista è Marco Rizzo

Nel mondo

Il Papa è Francesco I
Il Presidente degli Stati Uniti d’America è Donald Trump
Il Presidente del Federal Reserve System è Janet Yellen
Il Presidente della BCE è Mario Draghi
Il Presidente della Federazione russa è Vladimir Putin
Il Presidente del Governo della Federazione russa è Dmitrij Medvedev
Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese è Xi Jinping
Il Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese è Xi Jinping
La Regina del Regno Unito è Elisabetta II
Il Premier del Regno Unito è Theresa May
La Cancelliera Federale di Germania è Angela Merkel
Il Presidente della Repubblica francese è Emmanuel Macron
Il Primo Ministro della Repubblica francese è Édouard Philippe
Il Re di Spagna è Felipe VI di Borbone
Il Presidente del Governo di Spagna è Mariano Rajoy Brey
Il Presidente dell’ Egitto è Abd al-Fattah al-Sisi
Il Primo Ministro di Israele è Benjamin Netanyahu
Il Presidente della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan
Il Primo Ministro della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan
Il Presidente della Repubblica Indiana è Pranab Mukherjee
Il Primo Ministro della Repubblica Indiana è Damodardas Narendra Modi
La Guida Suprema dell’ Iran è Ali Khamenei
Il Presidente dell’ Iran è Hassan Rohani

L’uomo-pecora e i trapianti del futuro

Per la prima volta è stato creato un embrione ibrido pecora-uomo, una cellula su 10 mila di questa nuova bestia è umana. Voglio dire, nel caso non sia chiaro: esiste a questo punto una creatura che al 99,99% è una pecora, ma allo 0,01% un essere umano. Chi ha lavorato al progetto pensa soprattutto alla donazione di organi.  

Come hanno chiamato l’animale? Pecomo? Omecora?
La smetta, il fatto è molto serio e con implicazioni etiche enormi. Un team della Stanford University, in California, ha introdotto cellule staminali adulte riprogrammate nell’embrione di pecora, che poi è stato lasciato crescere per 28 giorni. L’esperimento era stato autorizzato per un limite di tempo massimo di 28 giorni, di cui 21 da trascorrere nell’utero dell’animale. In questo lasso di tempo le cellule umane si sono riprodotte. «Anche se c’è molto da lavorare – ha detto Pablo Ross, uno degli autori della ricerca – gli organi prodotti in queste “chimere interspecie” potrebbero un giorno costituire un modo per soddisfare la domanda di organi, trapiantando ad esempio un pancreas ibridizzato in un paziente». È stata scelta la pecora perché ha molti vantaggi rispetto ad altre specie animali: ha organi di dimensioni simili a quelli umani e bastano quattro embrioni per far iniziare una gravidanza.  

E questi trapianti potrebbero davvero funzionare?
Uno dei problemi principali per gli xenotrapianti, cioè i trapianti negli uomini di organi provenienti da altre specie, è il rigetto, mentre l’altro pericolo è la possibile infezione con virus animali. Gli scienziati sostengono che, grazie alle nuove tecniche di editing del Dna, si possono modificare geneticamente gli organi perché siano compatibili con il sistema immunitario del paziente che li riceve. Utilizzando le cellule del paziente si annullerebbe il rischio del rigetto. Perché un trapianto possa funzionare gli esperti ritengono che la percentuale di cellule umane in una chimera debba essere almeno dell’uno per cento (e non 1 su 10.000). Siamo ancora lontani  

È la prima volta che si tenta di creare un ibrido uomo-animale?
Nell’agosto dello scorso anno era stato realizzato un embrione di uomo e maiale, dallo stesso gruppo di ricerca dell’Università della California. In quel caso però dove le cellule umane erano una su 100 mila, mentre oggi con la pecora sono una su 10 mila. Il primo tentativo di cui abbiamo conoscenza è quello dell’Università della California. A San Francisco nel 1997 il gruppo guidato dal biologo Roger Pedersen aveva trasferito nuclei di cellule umane all’interno di ovociti di scimmie. L’esperimento fallì per l’incompatibilità fra il Dna umano e quello mitocondriale degli animali. L’anno successivo invece la Advanced Cell Technology, una piccola compagnia statunitense, affermò di essere riuscita ad ottenere cinque embrioni chimera con la stessa tecnica. Negli anni successivi le cronache riportarono il caso di Panayiotis Zavos, un ricercatore dell’università del Kentucky che nel 2003 affermò di aver ottenuto embrioni uomo-mucca sopravvissuti per una notte, e quello della Shanghai Second Medical University, che nello stesso anno annunciò la creazione di ibridi uomo-coniglio. Infine, nel 2004 la Mayo Clinic in Minnesota ha prodotto maiali con cellule del sangue umane e nel 2005 il Salk Institute ha sostenuto di aver ottenuto un topo con lo 0,001% di cellule umane.   

Reazioni alla notizia?
Com’era immaginabile sono arrivate le condanne dal mondo cattolico, sempre attentissimo ai confini tra ricerca scientifica e bioetica. Le cito prima il direttore del Centro di Ateneo di Bioetica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Adriano Pessina: «L’uomo, la persona umana, non può essere esposta, in termini simbolici e in termini biologici, alla possibilità di una ibridazione, per ora di un insieme di cellule, di cui non si possono prevedere né gli esiti né l’estensione». Mentre il genetista Bruno Dallapiccola, direttore scientifico dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, critica l’aspetto scientifico dell’esperimento: «Se l’idea è usare questo metodo in funzione dei trapianti, se si ha una cellula umana insieme a una animale non si risolve il problema del rigetto. I ricercatori sostengono che attraverso le tecniche di gene editing, tra cui il Crispr, riusciranno a rimuovere anche questo problema togliendo i geni, ma io ho forti perplessità. La tecnica Crispr è ancora nelle prime fasi di sviluppo e non dà garanzie. Ne parlano tutti, e nonostante i miglioramenti continui, alcuni anche grazie alla ricerca italiana, ancora ci sono molti problemi da risolvere, il primo dei quali è che la tecnica corregge il Dna da una parte, ma può produrre errori da un’altra». In Italia, in ogni caso, il tipo di ricerca realizzato dalla Stanford University è vietato dalla legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita.  

• Lei sarebbe disposto a farsdi mettere in corpo un organo proveniente da una pecora?
Io sì. Oggi in Italia circa 9.000 persone sono in attesa di trapianto. Ogni giorno negli Stati Uniti muoiono 22 persone che aspettano un nuovo organo. Tra l’altro, oggi circa la metà dei trapiantati va comunque incontro a rigetto dopo circa 15 anni dall’intervento. Che sia attraverso le stampanti 3-D, gli organi meccanici, o appunto gli ibridi uomo-animale, credo che l’importante sia che la scienza trovi una strada che salvi più persone possibili. (leggi)

Dai giornali