Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie OK, accetto
 
Giovedì 7 novembre 1907
I padroni d'Italia

Il Re è Vittorio Emanuele III

Il Presidente del Senato è Tancredi Canonico

Il Presidente della Camera è Giuseppe Marcora

Il Presidente del Consiglio è Giovanni Giolitti

Il Ministro degli Interni è Giovanni Giolitti

Il Ministro degli Esteri è Tommaso Tittoni

Il Ministro di Giustizia e affari di culto è Vittorio Emanuele Orlando

Il Ministro delle Finanze è Pietro Lacava

Il Ministro del Tesoro è Paolo Carcano

Il Ministro della Guerra è Ettore Viganò

Il Ministro della Marina è Carlo Mirabello

Il Ministro dell’ Istruzione pubblica è Luigi Rava

Il Ministro dei Lavori Pubblici è Giovanni Giolitti

Il Ministro dell’ Agricoltura è Francesco Cocco-Ortu

Il Direttore generale della Banca d’Italia è Bonaldo Stringher

Il Presidente della Fiat è Lodovico Scarfiotti

Il Segretario della Fiat è Giovanni Agnelli
I padroni del mondo

Il Papa è Pio X

L’ Imperatore dell’ Impero austro-ungarico è Francesco Giuseppe I

Il Re del Regno Unito è Edoardo VII

Il Premier del Regno Unito è H. Campbell-Bannerman

Il Presidente del Consiglio dei ministri francese è Georges Clemenceau

Il Presidente della Repubblica francese è Armand Fallières

Lo Zar di Russia è Nicola II

Il Re di Prussia è Guglielmo II

Il Cancelliere di Prussia è Bernhard von Bülow

Il Kaiser dell’ Impero tedesco è Guglielmo II

Il Cancelliere dell’ Impero tedesco è Bernhard von Bülow

Il Presidente degli Stati Uniti d’America è Theodore Roosevelt

Il Re di Spagna è Alfonso XIII
  • DAI GIORNALI
    DI OGGI
Giacomo Matteotti si laurea
Giacomo Matteotti ottiene il voto di 110 e lode alla facoltà di Legge dell’Università di Bologna, la scuola giuridica più vivace del Paese. Il tema della tesi, scritta con il prof. Alessandro Stoppato, è la recidiva, cioè la ricaduta nel reato da parte di chi ha già subito una condanna. È uno dei temi più dibattuti di questi anni. Per realizzare la sua tesi ha viaggiato in Germania, Austria, Olanda, Belgio, Francia e Inghilterra. Il laureato parla bene francese, inglese e tedesco. A Bologna alloggiava all’hotel Baglioni. [Romanato 2011]

Martedì 17 gennaio 2017
DAI GIORNALI DI OGGI





















thread len: / ads to show: 20 / ads: 20