Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie OK, accetto
 
I padroni d'Italia

Il Presidente della Repubblica è Sergio Mattarella

Il Presidente del Senato è Pietro Grasso

Il Presidente della Camera è Laura Boldrini

Il Presidente del Consiglio è Paolo Gentiloni

Il Ministro dell’ Interno è Marco Minniti

Il Ministro degli Affari Esteri è Angelino Alfano

Il Ministro della Giustizia è Andrea Orlando

Il Ministro dell’ Economia e delle Finanze è Pier Carlo Padoan

Il Ministro di Istruzione, università e ricerca è Valeria Fedeli

Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali è Giuliano Poletti

Il Ministro della Difesa è Roberta Pinotti

Il Ministro dello Sviluppo economico è Carlo Calenda

Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali è Maurizio Martina

Il Ministro di Infrastrutture e trasporti è Graziano Delrio

Il Ministro della Salute è Beatrice Lorenzin

Il Ministro di Beni e attività culturali e turismo è Dario Franceschini

Il Ministro dell’ Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare è Gian Luca Galletti

Il Ministro per l Semplificazione e la Pubblica Amministrazione è Marianna Madia (senza portafoglio)

Il Ministro dei Rapporti con il Parlamento è Anna Finocchiaro (senza portafoglio)

Il Ministro dello Sport è Luca Lotti (senza portafoglio)

Il Ministro della Coesione territoriale e Mezzogiorno è Claudio De Vincenti (senza portafoglio)

Il Ministro degli Affari regionali è Enrico Costa (senza portafoglio)

Il Governatore della Banca d’Italia è Ignazio Visco

Il Presidente della Fiat è John Elkann

L’ Amministratore delegato della Fiat è Sergio Marchionne

Il Segretario Generale del Partito Marxista-Leninista (PMLI) è Giovanni Scuderi

Il Presidente della Federazione dei Verdi è Angelo Bonelli

Il Segretario Nazionale dell’ Italia dei Valori è Ignazio Messina

Il Presidente del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Manuela Palermi

Il Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Cesare Procaccini

Il Presidente dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Gianpiero D’Alia

Il Segretario Nazionale dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Lorenzo Cesa

Il Segretario Nazionale della Rinascita Popolare-Rifondazione DC è Publio Fiori

Il Segretario Nazionale del Partito Democratico (PD) è Matteo Renzi

Il Portavoce del Partito Comunista dei Lavoratori è Marco Ferrando

Il Presidente dell’ Alleanza per l’Italia (Api) è Francesco Rutelli

Il Presidente Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) è Nichi Vendola

Il Presidente della Democrazia Cristiana Unificata è Carlo Senaldi

Il Segretario Politico Nazionale della Democrazia Cristiana Unificata è Angelo Sandri

Il Segretario Generale del Partito Comunista è Marco Rizzo
I padroni del mondo

Il Papa è Francesco I

Il Presidente degli Stati Uniti d’America è Barack Obama

Il Presidente del Federal Reserve System è Janet Yellen

Il Presidente della BCE è Mario Draghi

Il Presidente della Federazione russa è Vladimir Putin

Il Presidente del Governo della Federazione russa è Dmitrij Medvedev

Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese è Xi Jinping

Il Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese è Xi Jinping

La Regina del Regno Unito è Elisabetta II

Il Premier del Regno Unito è Theresa May

La Cancelliera Federale di Germania è Angela Merkel

Il Presidente della Repubblica francese è François Hollande

Il Primo Ministro della Repubblica francese è Manuel Valls

Il Re di Spagna è Felipe VI di Borbone

Il Presidente del Governo di Spagna è Mariano Rajoy Brey

Il Presidente dell’ Egitto è Abd al-Fattah al-Sisi

Il Primo Ministro di Israele è Benjamin Netanyahu

Il Presidente della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan

Il Primo Ministro della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan

Il Presidente della Repubblica Indiana è Pranab Mukherjee

Il Primo Ministro della Repubblica Indiana è Damodardas Narendra Modi

La Guida Suprema dell’ Iran è Ali Khamenei

Il Presidente dell’ Iran è Hassan Rohani
Ridono solo i banchieri: guadagnano sempre più alla faccia dei risultati
Il Giornale, mercoledì 11 gennaio 2017
Le banche sono ancora una miniera d’oro, generose e in grado di offrire opportunità di guadagno notevoli. Peccato che il capitale remunerato in misura maggiore non sia il risparmio delle famiglie. Dentro le banche il trattamento migliore dal punto di vista economico è ancora riservato ai banchieri, supermanager che dirigono gli istituti di credito riconoscendo a se stessi stipendi da favola. Un primato riservato a chi amministra le banche, privilegio che non è stato intaccato nemmeno in questi anni in cui il management non ha certo brillato per risultati, tra prestiti concessi secondo criteri opinabili, credito alle aziende con il contagocce e fallimenti a spese dei risparmiatori.
Il consueto rapporto dell’Autorità bancaria europea sulle remunerazioni dei banchieri certifica semmai un aumento continuo. Lo studio dell’Eba si concentra su quelli che guadagnano più di un milione di euro all’anno. Nell’ultima edizione, quella del 2014, ci sono 153 banchieri italiani che hanno incassato il super stipendio. L’anno precedente erano 138 e già si gridò allo scandalo. Nel 2012 – ha rilevato il sito Truenumbers – erano 109. I supermanager del credito sono aumentati del 40% in soli due anni. Che poi non sono stati esattamente un’era felice per le banche italiane.
Eppure gran parte dei super stipendi è composto da premi. Nel 2014 su una remunerazione media di 1,7 milioni di euro all’anno la parte variabile è dell’88%, molto vicina a quella fissa. Trattamento di lusso per i banchieri italiani, che non sfigurano in Europa per numero. Siamo quarti nel Vecchio continente, dietro Francia, Germania e Gran Bretagna. Dalle parti di Londra c’era anche il banchiere più pagato d’Europa: 18,4 milioni di euro incassati nel 2013. Nel 2014 le statistiche dell’Autorità bancaria europea hanno registrato 5 banchieri che hanno guadagnato cifre tra i 18 e i 25 milioni all’anno.
A guadagnare bene, in Italia, non sono solo i vertici. I manager sono solo 33 su un totale di 153 milionari da banca. Ben 49 si occupano di banca di investimento, con uno stipendio medio di 1,7 milioni per i due terzi fatto di parte variabile, quindi di premi. La quota variabile/fisso dello stipendio diventa uno a cinque nell’asset management. Ma ci sono anche milionari tra i quadri delle banche, poco sotto i 50 con stipendi sopra gli 1,5 milioni di euro.
Vero che si tratta di dati del 2014. Quando la crisi delle banche non aveva raggiunto le prime pagine dei media. Ma è proprio in quegli anni che si sono poste le basi per il fallimento delle banche del centro Italia, con un costo altissimo pagato dalle famiglie. L’unica contrazione registrata tra il 2013 e il 2014 è quella dello stipendio medio dei banchieri milionari. Da 1,9 a 1,7 milioni all’anno. Poi la parte variabile, che si è ridotta. Nel 2013 era il 178% dello stipendio fisso, mentre nel 2014 si è fermata all’88%. Un freno all’entità dello «stipendio» medio, a fronte di un aumento degli «High earners» (redditi alti) da istituti di credito. Dati che stridono con le performance delle banche italiane che restano tra quelle più a corto di patrimonio. E ancora alle prese con una montagna di crediti deteriorati. 
Antonio Signorini

Mercoledì 18 gennaio 2017
DAI GIORNALI DI OGGI