Negli Stati Uniti una causa per molestie sessuali comporta in media, per le aziende, una penale di 230 mila dollari (circa 400 milioni di lire), senza contare spese legali e pubblicità negativa - Cinquantamila.it

Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1998  luglio 13 Lunedì calendario

Negli Stati Uniti una causa per molestie sessuali comporta in media, per le aziende, una penale di 230 mila dollari (circa 400 milioni di lire), senza contare spese legali e pubblicità negativa

• Negli Stati Uniti una causa per molestie sessuali comporta in media, per le aziende, una penale di 230 mila dollari (circa 400 milioni di lire), senza contare spese legali e pubblicità negativa. Per evitare rischi di denuncia, le norme aziendali vietano relazioni affettive fra lavoratori di diverso livello. Il compito di vigilare sulla natura delle relazioni tra dipendenti è affidato agli addetti alle risorse umane: «Se sento voci di una relazione, chiamo immediatamente il dirigente coinvolto e gli chiedo se è vero. In caso di risposta affermativa, riunisco lui, il suo superiore e la dipendente e ne discutiamo [...] Gli dico che vogliamo essere sicuri che le parti in causa capiscano che si tratta di una relazione consensuale. E dico che a noi la faccenda non piace. Queste relazioni sono meravigliose tutte le volte che le cose funzionano, ma non capita spesso» (C. Anthony Ladt, vicedirettore alle risorse umane di una grande azienda di leasing della Louisiana).
• Ruth Evans, consulente di risorse umane di Fresno, ricorda un’indagine svolta su una relazione consensuale finita male: «Erano stati scambiati dei regali. Lei aveva scritto una lettera in cui esprimeva il suo interesse. Lui l’aveva conservata. Io non potevo dimostrare né che la relazione ci fosse stata né che non ci fosse stata. Ma c’era abbastanza per dimostrare che lui poteva averla circuita, per cui bisognava prendere qualche provvedimento. In questo caso, rimprovero formale e training».
• Le indagini tendono quasi sempre a coprire gli uomini coinvolti in relazioni consensuali. Lo scorso autunno Martin Hanaka lasciò la presidenza della Staples dopo che si era scoperta la sua relazione con un’impiegata. La donna lo accusò di aggressione, Hanaka disse che la relazione, non aveva avuto carattere sessuale ma era stata ”particolare”. L’accusa fu poi ritirata, ma Hanaka, che all’impiegata aveva prestato 10.000 dollari (violando la politica della Staples che vieta relazioni segrete tra superiori e subordinati) si è trasferito in Florida.