Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

Biografia di Winston Churchill

Woodstock 30 novembre 1874 - Londra 24 gennaio 1965. Politico britannico (Partito conservatore, poi liberale, dal 1924 in poi di nuovo conservatore). Primo Lord dell’ammiragliato all’inizio della Prima guerra mondiale. Premier dal 1940 e per tutta la durata della Seconda guerra mondiale. Storico (premio Nobel per la Letteratura nel 1953), militare, giornalista (corrispondente di guerra).
• Giovane ufficiale a Cuba, dove aveva conosciuto i sigari Avana che avrebbe fumato per tutta la vita, in India e nel Sudan, aveva partecipato alla seconda guerra anglo-boera. Deputato nel 1900, sottosegretario alle Colonie nel 1908-10 e successivamente ministro del Commercio e dell’Interno. Primo Lord dell’Ammiragliato (ministro della Marina) dal 1911 e allo scoppio della Prima guerra mondiale, rafforzò la flotta, lanciò un programma per convertire il sistema di propulsione della marina britannica dal carbone al petrolio (progetto approvato dal Parlamento nel 1913), intuì fra i primi l’importanza del carro armato. Estromesso dal governo dopo il fallimento dello sbarco alleato a Gallipoli, andò a combattere, comandante di battaglione, sul fronte occidentale. Richiamato al governo nel 1917 come ministro delle Munizioni. Dal 1918 al 1921 ministro della Guerra e dell’aria, sostenne la necessità di un intervento armato contro la Russia sovietica.
• In seguito ministro delle Colonie (1921-22), cancelliere dello Scacchiere (1924-29, di nuovo primo Lord dell’Ammiragliato allo scoppio della Seconda guerra mondiale. Primo ministro dal 1940 al 45, quando condusse la Gran Bretagna alla vittoria contro la Germania nazista, e dal 1951 al 55. Dalla moglie Clementine Hozier ebbe cinque figli.