Arcari conquista il titolo mondiale dei welter jr. - Cinquantamila.it

Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1970  gennaio 31 Sabato calendario

Arcari conquista il titolo mondiale dei welter jr.

• Al Palazzetto dello Sport di Roma, il pugile Bruno Arcari batte ai punti il filippino Pedro Adigue jr. e conquista il titolo mondiale dei pesi welter junior (Wbc). Alla fine del match il neocampione commenta: «Mi aspettavo un avversario molto forte, non molto tecnico ma si tratta sempre di un campione del mondo. Devo dire che è stato anche molto scorretto, partendo con la sua testa bassa che mi ha creato un mezzo guaio al braccio sinistro. Quando ho iniziato ci ho messo tutta la volontà e penso che sul quadrato ho guadagnato il mio titolo di campione. Stasera ho combattuto per un milione. La prossima volta penso che sarà io a decidere la borsa, finalmente». E poi: «Stasera ho sentito il pubblico romano vicino a me come mai m’era capitato. L’entusiasmo di questa gente mi ha spinto alla vittoria. Ad un certo punto mi sono detto: “Devo combattere, o la va o la spacca”. Stasera Adigue per battermi avrebbe dovuto usare un martello». Il filippino replica: «Mi sono fatto male alla mano destra al terzo round, ho sentito un forte dolore e questo ha finito per incidere sulla potenza del mio pugno destro. Arcari si è rivelato per me un pugile completamente nuovo, ho faticato un po’ a studiarne le mosse. Comunque posso dire che se lo incontro un’altra volta, lo metto ko». [Mario Bianchini, Sta. 1/2/1970]