Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

Biografia di Michela Quattrociocche

• Roma 3 dicembre 1988. Attrice. Protagonista di Scusa ma ti chiamo amore e di Scusa ma ti voglio sposare, entrambi diretti da Federico Moccia, ha confessato l’imbarazzo nel simulare una storia d’amore con Raoul Bova: «Se non ha l’età di mio padre, ha quella di mia madre». Per la scena del bacio «Federico mi diceva di non fare la suoretta, che tante ragazze avrebbero voluto essere al mio posto; Raoul era imbarazzato, mi diceva che non gli era mai capitato con una così giovane, mi rincuorava».
• Vista al cinema anche in Una canzone per te regia di Herbert Simone Pargnani (2010) e Sharm el Sheikh - Un’estate indimenticabile, regia di Ugo Fabrizio Giordani (2010).
• Figlia di impiegati, la mamma alla Federazione tabaccai, il papà alla Rai, separati da anni. «Avevo 5 anni quando per la prima volta, mano nella mano con mia madre, ho visto Colazione da Tiffany. Lo so a memoria, l’ho voluto in videocassetta e poi in dvd. E ho sempre pensato che un giorno sarei diventata come Audrey Hepburn, bellezza e classe inarrivabile» (a Laura Delli Colli). Di se stessa: «Sono malata di iPod e scrivo su Messenger. Mi sento carina e non bella, non mi metto mai in tiro, niente tacchi e minigonne ma jeans e ballerine ai piedi» (Valerio Cappelli).
• Sposata dal 2012 con il calciatore Alberto Aquilani, dal quale ha avuto Aurora nel 2011 ed è in attesa della secondogenita.