Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

Biografia di Adolfo Guzzini

• Recanati (Macerata) 12 febbraio 1941. Imprenditore. Presidente e amministratore delegato dell’omonima azienda di famiglia.
• «Uno che prese il diploma in ragioneria vagando da un riformatorio all’altro, uno che fu spedito in azienda da papà Mariano a calci nel sedere» (Capital).
• Negli anni Settanta, in piena crisi petrolifera, l’azienda passò dalle lampade all’architettura: «Noi non puntiamo solo sul prodotto: dietro c’è tutta una serie di servizi di progettazione. In altre parole, se i cinesi vendono il prêt-à-porter, i nostri architetti disegnano anche su misura. A un costo, naturalmente: quando il made in Recanati, dove abbiamo la sede, vende a 100, il made in China varia tra 30 e 50».
• Parlando delle relazioni commerciali della sua azienda con la Cina: «Una caratteristica dell’imprenditorialità marchigiana è quella di muoversi verso l’esterno per poi riportare le esperienze nel territorio, per arricchirlo e sviluppare nuove professionalità. Perché a noi marchigiani piace stare tra noi, ci fidiamo solo di noi e amiamo i luoghi in cui siamo nati. La nostra cultura d’ impresa viene da qui» (Anna Masucci) [Cds 7/2/2010].
• Il 30 maggio 2011 vinse il premio Imprenditore Olivettiano dell’anno «Per aver guidato lo sviluppo della iGuzzini Illuminazione con un costante impegno di innovazione e di ricerca della bellezza delle architetture aperte e del design, facendo della luce un elemento di cultura» [www.iguzzini.it].
• «Il vero miracolo italiano è stato quello di mantenere tante aziende competitive. Ma serve una riduzione del costo del lavoro e una politica d’incentivo per la ricerca e sviluppo» [Cds 1/10/2012].
• Sposato con Anna Taccaliti, due figli.