Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

Biografia di Paolo Dal Pino

• Milano 26 giugno 1962. Manager. Presidente di Pirelli Latin america, in Brasile (dal 2012). Ex amministratore delegato di Wind (2005-2007). Prima stava a Telecom, prima ancora a Repubblica. Nel 2007 Cesare Geronzi ne portò avanti la candidatura ad amministratore delegato di Telecom, caduta per il veto di Intesa.
• «Nel gruppo telefonico è arrivato nel 2001, alla vigilia del passaggio del controllo da Roberto Colaninno a Marco Tronchetti Provera, per gestire la ristrutturazione di Seat Pagine Gialle dopo la vorticosa campagna acquisti fatta da Lorenzo Pellicioli. In due anni Dal Pino ha riportato Seat in utile, dopo aver ristrutturato tutta la parte internet, chiudendo nel 2003 il turnaround con la vendita delle directory per 5,6 miliardi a un gruppo di fondi di private equity. Poi Tronchetti lo aveva mandato in Brasile a occuparsi delle attività sudamericane di Telecom. Nel suo curriculum c’è, prima di Seat, l’invenzione di Kataweb e il debutto su Internet delle attività editoriali del gruppo Espresso» (Corriere della Sera).
Ÿ Inventore di Kataweb, dice: «Il bello di Internet è la libertà, se mi accorgo di essere bersagliato da messaggi pubblicitari non richiesti, m’arrabbio e cambio aria» (Il Foglio).
Ÿ«Lui era il mio amico del cuore. Mia madre lo considerava un genio. Effettivamente ha fatto una bella carriera. A 31 anni era già direttore generale di Repubblica. Vivevamo nello stesso palazzo. Era quello più bravo in tutto. A tennis era un campione e io una pippa. Sapeva tre lingue e io no» (Maria De Filippi).