Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1965  giugno 26 Sabato calendario

Per lo spionaggio sovietico l’Italia è il paese di bengodi

«Quanti sono, a Mosca e a Praga, a Varsavia e a Budapest, i «comunisti» italiani che lavorano per il nostro controspionaggio? Difficile dirlo con precisione. Ma ce ne sono; e molti sono i giovani che il Sifar (Servizio informazioni forze armate) ha «piantato» da molti anni nel Pci e che hanno poi chiesto di trasferirsi – come lavoratori o come studenti – in un Paese di oltre cortina per raccogliere informazioni da inviare a Roma (...)». [Leggi tutto l’articolo di Enrico Altavilla]