Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2013  febbraio 28 Giovedì calendario

SOVRANITA’

Tra i tanti sospetti c’era quello secondo cui l’Italia era stata messa sulle ginocchia della Germania da un ceto politico rinunciatario. Quando Sarkozy ridacchiò insolente sotto i baffi alla presenza della Merkel, sarebbe stato meglio prendere la sovranità politica del paese sul serio, ciò che facemmo in pochi sbeffeggiando il De Funès della destra francese davanti alla sua ambasciata. Poi, dopo un anno di governo Monti, invece di subire lo spirito gradasso di un gaffeur come Peer Steinbrück, che affetta superiorità a noi “clown”, Napolitano in visita in Germania lo ha mandato a quel paese, gli ha dato buca e ci ha correttamente interpretato. Si fanno progressi.