Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

FRAMMENTO DEI FRAMMENTI CHE RISPONDONO ALLA VOCE "DI MATTEO

SANTINO"

2007
E il versetto 7 del capitolo 24 del Deuteronomio è evidenziato sia dalle sottolineature che dai post-it con le freccette. Si citano rapiti trattati da schiavi e rapitori che devono morire; sopra, Provenzano ha scritto «E Guiseppe», probabile errore ortografico per «Giuseppe». Può essere una mera suggestione, ma il figlio del pentito di mafia Santino Di Matteo, rapito e assassinato a 14 anni da futuri pentiti che hanno avuto forti sconti di pena, si chiamava Giuseppe. Si riferiva a quella vicenda, il capomafia [Provenzano]?
Fonte: Giovanni Bianconi, Corriere della Sera 20/9/2007