Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1999  ottobre 01 Venerdì calendario

«C’era un signore che divideva le sue cravatte secondo i tipi della stoffa di cui erano fatte. Cravatte di maglia, di seta, cravatte di seta liscia, di seta operata, ecc

«C’era un signore che divideva le sue cravatte secondo i tipi della stoffa di cui erano fatte. Cravatte di maglia, di seta, cravatte di seta liscia, di seta operata, ecc. C’è da giurare che egli non fosse molto elegante. Un altro le divideva per colore e per sfumature ed è già un passo verso l’eleganza. Ma un terzo per espressione, subordinando il suo criterio a stati d’animo intrecciantisi in un’infinità di sfumature, proprio allo stesso modo di un artista che compone un’opera d’arte purchessia. Cravatte romantiche, cravatte pallide, vivaci, cravatte nostalgiche, cravatte mute e sonore, cravatte dei giorni vuoti, cravatte felici, ecc. Questi era un uomo che raggiungeva nel suo abbigliamento gradi squisiti di espressione» (Filippo De Pisis, Adamo o dell’eleganza).