Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1996  settembre 19 Giovedì calendario

Dibattito dopo la sentenza della Cassazione che ha mandato assolto un Francesco Lombardo, muratore di Palermo, che, geloso, aveva preso a sberle la moglie

Dibattito dopo la sentenza della Cassazione che ha mandato assolto un Francesco Lombardo, muratore di Palermo, che, geloso, aveva preso a sberle la moglie. Per i giudici il fatto era occasionale, oltretutto considerando che la signora – Anna Mannino, 40 anni, quattro figli – non aveva presentato denuncia (e ha dichiarato poi ai giornalisti che sono cose che capitano, tutta la famiglia ha seguito unita i vari gradi del processo senza poter dire una parola in difesa dell’uomo perché parlavano gli avvocati e non gli riusciva a togliere la parola). Per la ministra Finocchiaro si tratta senz’altro di un ritorno al passato, Franca Rame ha detto che le mogli a questo punto dovrebbero picchiare i loro mariti con un pestacotolette ogni volta che questi fanno i cretini con le altre donne (a Dario Fo per questa via sarebbe garantito un ricovero ospedaliero perenne), Ombretta Colli consiglia il kalashnikov, la Mussolini giudica il fatto "gravissimo e preoccupante", ecc.