Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1998  luglio 13 Lunedì calendario

Grande successo in Giappone degli ”ammazza-cellulari” o ”phone-jammer” (principali acquirenti: gestori di bar e ristoranti, ospedali e alberghi), trasmettitori radio di piccole dimensioni in grado di schermare un ambiente con un campo di onde elettromagnetiche

Grande successo in Giappone degli ”ammazza-cellulari” o ”phone-jammer” (principali acquirenti: gestori di bar e ristoranti, ospedali e alberghi), trasmettitori radio di piccole dimensioni in grado di schermare un ambiente con un campo di onde elettromagnetiche. La Nikkodo, piccola azienda specializzata in equipaggiamenti per karaoke, ha venduto in pochi mesi 5 mila pezzi. Costo: 50 mila yen, circa 650 mila lire. I Giapponesi con il telefonino sono adesso quaranta milioni. Nel 2000 dovrebbero diventare cinquanta milioni, quasi il quaranta per cento della popolazione.